Novembre 2017..... 541.005 contatti web .......

                                                PREMESSA

Dai dati diffusi dall'Organizzazione  mondiale della Sanità e dall'Istituto Superiore della Sanità, l'obesità rappresenta una vera e propria epidemia anche in Italia. Il 42% degli Italiani è in sovrappeso; un italiano su dieci è affetto da vera e propria obesità. Curare l'obesità significa curare tutta una serie di patologie concomitanti, quali il diabete, l'ipertensione arteriosa, l'eccesso di colesterolo o di trigliceridi,le patologie da sovraccarico sulle articolazioni, la tendenza alla calcolosi delle vie biliari, la dispnea , le apnee notturne. Nell'obeso si riduce l'autostima,e ciò innesca un circolo vizioso per cui l'obeso spesso trascura sempre più la cura per la propria salute e si distacca dalle relazioni sociali.
L'epidemia di obesità è più diffusa al Sud, nei maschi,tra le fasce di popolazione meno istruite, ed in quelle con maggiori difficoltà economiche.Il sovrappeso inoltre aumenta con l'età : superati i 50 anni, più di una persona su due ne è interessata (fonte Ist. Sup. di Sanità 2009 ).
L'aspettativa di vita degli obesi può ridursi fino al 42% negli uomini,e del 23% nelle donne. Questi sono dati reversibili riducendo l'eccesso di peso corporeo (actuaries.org.uk). Sebbene nessuna regione possa definirsi esente dal problema,le differenze sul territorio nazionale sono notevoli, con situazioni più gravi al Centro e soprattutto al Sud. 
Il Progetto Riabilitativo per questo largo strato di popolazione è di fornire uno strumento atto a ridurre il peso corporeo quando le diete dimagranti non sortiscono i loro effetti o i tempi di rientro nel peso forma devono essere contenuti, ad esempio per ridurre i rischi operatori in interventi chirurgici programmati non rinviabili eccessivamente.

         CENNI SULLA NUTRIZIONE ARTIFICIALE CHETOGENA CON SONDINO 

La N.A.C. o Nutrizione Artificiale Chetogena, è una tecnica di alimentazione artificiale in cui miscele nutrizionali proteiche vengono somministrate attraverso uno speciale mini sondino naso-gastrico di ultima generazione.La somministrazione è continua, 24 ore su 24 per circa dieci giorni, e gestita da un apparecchio portatile, una nutripompa computerizzata.
Durante la propria attività clinica, per un caso fortuito , L'Autore della tecnica, Prof. Cappello, ha notato che la nutrizione enterale esclusivamente proteica utilizzata nei pazienti obesi poteva attivare una serie di risposte metaboliche in grado di innescare il consumo dei grassi di deposito,senza intaccare la quota muscolare, e senza indurre il senso di fame tipico delle diete ipocaloriche.
Tale riduzione di grassi, e quindi di peso, si attiva in tempi incredibilmente rapidi rispetto a ciò che avviene con una dieta equilibrata ipocalorica, senza indurre indebolimento fisico,senza sensazione di fame, e soprattutto con risultati duraturi se associata ad uno stile di vita più sano. La metodica è sicura,senza rischi, e non richiede nè ricovero nè riposo a casa,consentendo pertanto una normale attività sociale e lavorativa durante il trattamento che  dura tra i sette ed i dieci giorni per ciclo.
Tale tecnica ribattezzata dieta del sondino è stata oggetto di studi ed applicazioni scientifiche laddove è nata,cioè presso il Servizio di Alimentazione Artificiale dell'Università La Sapienza di Roma.
Il Dott. Vincenzo Siano, in collaborazione con il collega Gianfranco Cappello, ha inaugurato il primo Centro Studi meridionale che si sia occupato della metodica.
Dalla messa a punto della tecnica presso l'Università La Sapienza i casi trattati sono stati migliaia con risultati eccellenti .
Da quanto scritto,le regioni più colpite da questa epidemia di obesità , dai costi sociali sempre più alti sono le regioni meridionali.
La popolarità della tecnica si è andata diffondendo sempre più, facilitata in ciò dalla sostanziale assenza di controindicazioni e dalla possibilità di somministrazione a costi contenuti, il che ne agevola la diffusione nelle fasce sociali più svantaggiate, ma che nello stesso tempo ne hanno più bisogno.
Essendo il trattamento a totale carico del paziente , in quanto il SSN , pur riconoscendone la valenza sociale , non ne assume l'onere economico, è essenziale per la penetrazione della metodica tra la popolazione una politica di contenimento dei costi, anche in considerazione della tipologia di fascie sociali cui è rivolto.Proprio per questo i costi della dieta del sondino della durata di dieci giorni, sono paragonabili a ciò che un obeso normalmente spende in alimenti nello stesso lasso di tempo. 

In quest'ottica di contenimento dei costi sono state sviluppate varianti al metodo originale. Nel corso degli anni la novita' piu' eclatante e' stata la Nac senza Sondino che in casi di sovrappeso al di sotto dei 130 kg. consente di ottenere gli stessi risultati della Nac con Sondino senza il disagio di rinunciare alla propria privacy e con costi sensibilmente inferiori.Recentemente e' inoltre partita la sperimentazione della Dieta del sondino con Nutripompa Monouso.Cio' permette una ulteriore riduzione dei costi in quanto la sofisticata e costosa nutripompa computerizzata viene sostituita da questo modello monouso che non richiede l'utilizzo di kit specifici ne'  il pagamento della relativa cauzione.


IL DOTT. VINCENZO SIANO HA STIPULATO UN ACCORDO DI COLLABORAZIONE DIRETTA  CON IL PROF. CAPPELLO  DEL SERVIZIO DI ALIMENTAZIONE ARTIFICIALE DELL'UNIVERSITA' LA SAPIENZA DI ROMA , AUTORE DALLA TECNICA DI NUTRIZIONE ENTERALE CHETOGENA.LA COLLABORAZIONE E' STATA ATTIVA SINO ALL' OTTOBRE 2010.

 


 IL DOTT. VINCENZO SIANO E' SPECIALISTA IN ANESTESIOLOGIA E TERAPIA INTENSIVA DI CUI LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE E' UNA BRANCA.GIA' PROF. A.C. PRESSO LA FACOLTA' DI MEDICINA DELL'UNIVERSITA' DI NAPOLI, GIA' CONSULENTE PRESSO LA FONDAZIONE SCIENTIFICA IRCCCS MAUGERI DI PAVIA. ISCRITTO IN OLANDA ALL'ALBO DEI MEDICI DI AMSTERDAM NR. 19915544001, ISCRITTO IN ITALIA ALL'ALBO DEI MEDICI DI NAPOLI N. 22574, IL DOTT. SIANO ATTUALMENTE  DIRIGE IL CENTRO STUDI E RICERCHE NUTRINEC CHE SI OCCUPA , IN COLLABORAZIONE CON IL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FOGGIA, DI RICERCHE NEL SETTORE DELLA FISIOPATOLOGIA DEL TESSUTO ADIPOSO IN SOGGETTI SOTTOPOSTI A TRATTAMENTO N.A.C. MEDIANTE TECNICHE DI GENOMICA E PROTEOMICA MOLECOLARE. 

 

                                    

 

NOVITA' : NUTRIPOMPA MONOUSO

SI E' CONCLUSA  LA  SPERIMENTAZIONE DEL PROTOCOLLO NAC DELLA DIETA DEL SONDINO CON NUTRIPOMPA MONOUSO CHE CONSENTE DI RIDURRE ULTERIORMENTE I COSTI DEL TRATTAMENTO.

 

DOTT. PROF. a.c. VINCENZO SIANO

                                             AUTORE DEL PROGETTO NAC

 

Dottor  Vincenzo Siano

Specialista in Anestesiologia , Rianimazione, Terapia Intensiva

Nutrizione Artificiale

Gia' Professore a.c. presso la Prima Facolta' di Medicina e Chirurgia dell'Universita' di Napoli

Gia' Consulente presso la Fondazione Scientifica IRCCS S. Maugeri di Pavia

Gia'  Medico Specialista Volontario  della Onlus CORPO INTERNAZIONALE HUMANITAS - ITALIA